domenica 8 marzo 2009

Non ho voglia di pensare a un titolo

Tornata.
Tornata con un nuovo taglio di capelli e con un nuovo tatuaggio (in realtà è di dicembre, ma mi sono resa conto di non averne nemmeno accennato. E non è da me).
Il problema è che non so cosa scrive e, soprattutto, come.
Sono capitata per caso sul mio vecchio blog (che avevo abbandonato perché Splinder diceva che il mio account era inesistente) e sono giunta alla conclusione che non sono più in grado di scrivere. Prima ero molto più poetica, i miei post sembravano quasi dei racconti brevi. Ora cosa sono? un modo come un altro per parlare, tutto qua.
Comunque. In questi mesi di - quasi - assenza sono giunta ad alcune conclusioni.
La conclusione più recente, giusto giusto di un paio di giorni fa, è che non sono più portata per i fucking friends. Sì, lo so, è una cosa che dovrei pensare e non dire, ma per me è importante. Importante non perché ho meno possibilità di finire su un sedile posteriore di un auto o tra lenzuola non mie, ma perché significa che non sono più la celeberrima Donna di Ghiaccio. Sarà che piccole donne crescono, ma mi riesce difficile uscire con una persona per il semplice atto fisico. Giovedì, dopo aver visto quello che ai tempi chiamavo IlGiurista, avevo un bisogno assoluto di cancellare l'accaduto, come se la cosa non mi appartenesse. Per non parlare di certi segni più visibili che neanche il correttore è riuscito a nascondere.
Al contrario di Iva, quindi, ti voglio con amore. Il problema, però, è che non so quanto voglia l'ipotetico lui: la mia vita è perfettamente organizzata per essere vissuta singolarmente, sarei in grado di aggiungere un altro protagonista?
Il problema (che poi tale non è), è che sto bene da sola e con i miei amici. Ho vissuto tanti bei momenti, a partire dal San Valentino con e Và, al ritorno in università con Ale, Vale, Nicla e Silvia, ai caffè con Ely o Cleofe, fino alle uscite laghee con Andre e Chicca (e non riuscirò mai a farvi vedere quanto è bella la nostra ultima scoperta, perché se cerco "Olde England Cernobbio" le uniche immagini che trova sono quelle della Villa d'Este. E non si può certamente definire pub, la suddetta villa. Bah): ho capito che sono loro le persone più importanti della mia vita. E per ora posso fare a meno della dolce metà: ne ho già dieci.
Nell'ultima settimana ho anche capito che non mi dispiacerebbe lavorare in ufficio. Mi è piaciuto fare la segretaria, anche se per poco. Ho deciso che, nel caso la mia laurea non fosse abbastanza per fare l'inserviente in Cattolica (ho pensato molte volte di dedicare un post a questa splendida figura, il cui lavoro è infilare la testa in aula per vedere se c'è lezione), potrei fare la segretaria: rispondere al telefono, inventare modi gentili e indiretti per mandare a quel paese le persone stupide, inviare fax e email, litigare con il computer che dovrebbe fare il salvataggio dati a mezzogiorno ma che continua a dare errori, und so weiter. Na, scherzi a parte, mi piace seriamente.
Come mio solito ho perso il filo logico dopo le prime due righe. Sarà che è quasi mezzanotte e sono un po' stanchina, sarà che domani devo andare a fare la spesa perché in questo appartamento le mie cose spariscono sempre (ma questa volta ci scappa la litigata. Chi scommette che ammazzo qualcuno?), sarà che - sempre domani - devo fare mille giri tra libreria, DSU e ufficio fotoriproduzioni, sarà che non so più che dire, ma questo post lo finisco così.
(Mais pas de problèmes: ho in mente una chicca per rendere partecipe l'intero web della gentaglia con cui vivo. Stay tuned.)

5 commenti:

ha detto...

oh *_____*

(...)

aspetto la chicca, eh!
(come va col nuovo fondotinta? XD)

ha detto...

la mia parte destra del viso è invidiosa della sinistra perchè non è bella truccata e liscia e frufru -_-'

anyway, anche io sono un po' stufa dei fucking friends ma come faccio a trovare uno che mi voglia con amore? ieri sera sul treno un possibile "uomo della mia vita" c'era, ed è pure di bià *______*

e per finire ... sono il tuo primo nome nella lista delle tue persone importanti/amici .. uao .. bacino

Abby ha detto...

@ và: non l'ho ancora usato, marco mi ucciderà ma prima devo finire l'altro... ahahah

@ vè: potrei anche non volere e basta. sto troppo bene da sola, io.

Stefano Gallagher ha detto...

Io trovo che il tuo modo di scrivere sia molto scorrevole e divertente, quindi non ti lamentare! ;)

Anch'io sono della band "preferiamo gli amici agli/alle amanti". Vorrà dire che finirò per sposarmi con una ventina di persone allo stesso tempo.
E per quanto riguarda le lotte negli appartamenti studenteschi, una mia amica ha una coinquilina che tiene il detersivo per i piatti vicino al letto per paura che le altre due glielo "rubino"!

Deleted ha detto...

Stai cambiando livello di videogioco?
Attenta, le vite prima o poi finiscono, fai scorta di energia.