sabato 26 aprile 2008

Und jetzt...?

Ora siamo alla resa dei conti. La sessione d'esame s'avvicina ed è questo il momento in cui capire se ho fatto la scelta giusta. Perché il dubbio c'è sempre, soprattutto se non fosse stato meglio andare a lavorare piuttosto che seguire l'utopia di diventare traduttrice. E il fatto che nessuno sia dalla mia parte peggiora un po' l'umore.
Ma vabbè.
Per ora studio per l'ultimo parziale poi, da lunedì inizierò lo studio delle materie che si sono aggiudicate un appello durante la sessione giugno/luglio.
Tra poco meno di un mese me ne andrò in vacanza in Turchia, ad Antalya. C'è un detto che recita "Allah creò il mondo in sei giorni, il settimo si riposò ad Antalya". Speriamo avesse buongusto.
Per il resto? Lo scopriremo solo vivendo. Quest'anno, probabilmente, salterà la mia amata Austria, perché non trovo un cane che voglia venire con me ad agosto. Dicono di essersi rotti di quel posto. Sarà, ma io, dopo vent'anni, ancora non riesco a fare a meno di quel paesino.
Il lavoro che doveva essere mio per quest'estate è stato dato ad una più immanicata e imparentata con i datori di me. E con meno di un quarto delle mie conoscenze linguistiche. Vorrei vederla parlare in tedesco quando a malapena sa dire come si chiama in italiano.
Ma tant'è. Scelta loro, problemi loro.
E a proposito di problemi, c'è chi se la passa peggio di me. Per sua scelta, tra l'altro.
Emme è stata sorpresa a rubare nel negozio in cui lavorava, e per questo è stata licenziata.
Come si suol dire, il lupo perde il pelo ma non il vizio, dato che anche dal suo precedente lavoro era stata licenziata per questo motivo.
Cricca, invece, ha ben altri problemi. Ha scoperto che il suo ragazzo frequenta i bordelli di Lugano.
Non vorrei essere nei suoi panni.

2 commenti:

ha detto...

guarda, quest'anno ormai mi sono organizzata, ma se vuoi l'anno prossimo ti accompagno volentieri in Austria (:
baci tesora*

Abby ha detto...

eheh...voltentieri, mi piacerebbe farti scoprire il mio paesino austriaco