giovedì 31 gennaio 2008

Settimana milanese

Settimana interessante, questa.
Ok, sono rimasta solo quattro giorni a Milano, ma ci sono stati più risvolti in questi giorni che in tutte le settimane passate.
Si è scoperto che io e una coinquilina ci "isoliamo" quando ci troviamo in casa: fa sorridere questa cosa, perché trovarsi bene e stringere un rapporto particolare con una persona mai incontrata prima e con la quale devi convivere è una bella cosa. A mio parere. Ma a quanto pare a detta di altri non è così.
Ho avuto una conversazione brillante con un altro dei miei coinquilini. Sotto la maschera di buffone di corte è un ragazzo geniale. È bello aver trovato delle persone con le quali parlare. E non è così scontato come può sembrare. Perché iniziare a parlare di quanto è egocentrica una e finire per parlare di lottare per il valore nel Medioevo non è da tutti. No.
Sono una dei quattro eletti nella Casa dello Studente (e la Casa del Grande Fratello è niente a confronto, ne sono sicura). Perché con me si può parlare liberamente. E sono contenta di essere considerata così.
Martedì ho avuto l'esame di informatica. Esame. Buffonata, diciamo. Per il grande impegno che ci ho messo, mi sarei aspettata di non passarlo. E invece sulla schermata del computer è apparso "Esame superato!". E ho pensato: sicuramente c'è stato qualche errore. Bah.
Meglio così. Mi spiace solo per l'altra metà del mio cervello tedesco che ha dovuto aspettare un intero pomeriggio per dare l'esame. Povera. Ma anche lei l'ha superato brillantemente. E mi sarebbe parso strano il contrario.

2 commenti:

ha detto...

uh ma "l'altra metà del mio cervello tedesco" sarei io?? ma come sei carina tata (:
(per fortuna che abbiamo passato entrambe sto cavolo di esame)
bacio*

Abby ha detto...

ma certo che sei tu...chi altri se no?!
beh, povera, hai dovuto aspettare un intero pomeriggio...!!
ma, almeno, non dobbiamo più sentire parlare di ict in vita nostra...!!
un bacione